La consulenza del lavoro e legale diventa digitale

Intervista PDM 20 gennaio 2020

Coniugare diritto e consulenza del lavoro, per offrire un’assistenza a 360 gradi alle imprese sul fronte Risorse Umane. L’esperienza di Toffoletto De Luca Tamajo, storico studio legale specializzato dal 1925 in diritto del lavoro e diritto sindacale per le imprese e contratti di agenzia, si coniuga alla tecnologia in ambito HR con il partner Roberto Corno.
Un vero e proprio ampliamento delle attività che tocca anche gli aspetti fiscali del lavoro: l’amministrazione dei dipendenti, l’elaborazione paghe, welfare e piani di compensation.

“È stato un matrimonio atteso”, così Roberto Corno, consulente del lavoro che racconta a Paroledimanagement.it questa integrazione. “Era da un po’ di tempo che riflettevamo sull’opportunità di aggregarci ad altre realtà, per realizzare una crescita dimensionale ormai indispensabile”. Con un’esperienza di 25 anni come consulente del lavoro, dopo esser stato alla Direzione Risorse Umane di importanti aziende, Corno ha vinto nel 2019 il premio Professionista Digitale 2018-19 dell’Osservatorio Innovazione Digitale del Politecnico di Milano nella categoria Consulenti del lavoro. “Con l’avvocato Toffoletto ci siamo ritrovati allo stesso tavolo, entrambi premiati per aver sviluppato un’applicazione software dedicata alla gestione delle risorse umane e all’ottimizzazione dei processi. La scintilla è stata proprio la convinzione comune della necessità di digitalizzare i processi”.

La nuova partnership tra studio legale e consulenza permette di dar vita a un nuovo prodotto di consulenza basato su un’innovativa piattaforma digitale, che sarà presentata nella primavera 2020. “Consentirà a tutti gli imprenditori di concentrarsi sul proprio business delegando in sicurezza al nostro studio tutta la gestione del capitale umano”, spiega. “Sviluppare applicazioni digitali per ottimizzare le attività a vantaggio del cliente è ormai un passaggio inderogabile per gestire la consulenza: le aziende cercano sempre più efficienza a costi inferiori. E la nuova piattaforma sarà lo strumento che ci permetterà di lavorare insieme al cliente in modo nuovo, rendendogli la vita più semplice”. I primi passi di Futuhro.

Per l’intervista integrale: clicca qui